domenica 21 maggio 2017

Rotolo di pan di spagna

I miei ometti oggi erano in traferta a Torino a vedere la loro squadra

del cuore, io ho preferito rimanere a casa.

Una volta saputo che ero da sola a pranzo mi è arrivato un invito

a pranzo.....si puo' andare a pranzo a mani vuote???

Ma certo che no!!!!

Un dolce veloce, semplice ma d'effetto......

ecco allora il mio rotolo di pan di spagna.




Occorrono poch ingredienti :

100gr di farina (io Farina 1 macinata a pietra)

100gr di zucchero (io solo 80 gr)

4 uova medie

vaniglia o scorza di limone

mezza bustina di lievito per dolci

Ho montato a neve gli albumi ,

in un'altra ciotola ho lavorato i tuorli con lo zucchero fino ad

ottenere un composto spumoso e chiaro.

Ho unito i tuorli agli albumi , mescolando dal basso verso l'alto

per non smontare gli albumi e piano piano ho aggiunto

la farina setacciata con il lievito .

Dopo aver ottenuto una crema omogenea ho messo il mio impasto

in una teglia bassa (la mia misura 30 x 30)

ma se piu' grande il rotolo verra' piu' fine, ricoperta di carta forno.

Ho infornato in forno caldo per 15 minuti, finchè diventa leggermente

colorato, a 180°.

A cottura ultimata ho tolto la teglia dal forno e ho ribaltato

il pan di spagna sul piano di lavoro e l'ho lasciato raffreddare per

una decina di minuti.

L'ho farcito con una marmellata di fragole e mele fatta in casa

e ho iniziato ad arrotolarlo lentamente e delicatamente ma ben stretto.

L'ho impacchettato in carta forno e l'ho riposto per un oretta in frigo.

Per decorarlo ho tagliato le due estremita' e ho decorato

con la restante marmellata e qualche fiorellino.

E' ottimo farcto con la nutalle e decorato con il topping al cioccolato:


Oppure con una semplice crema pasticcera e frutta fresca.

O ancora con la panna e frutta fresca....

insomma ci si puo' sbizzarrire con la fantasia.

Buon dessert , merenda o colazione a tutti !


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un segno del tuo passaggio.
Il mio blog vive grazie ai vostri commenti.
La Zia Betti